X Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Accetto
SPEEDY LBX 2810
Terminale per la rilevazione delle presenze, con interfaccia testuale
  • Terminale essenziale con prestazioni di fascia alta
  • Lettore a banda magnetica o a radiofrequenza (125kHz o MIFARE)
  • Display a cristalli liquidi a due righe di testo
  • Database e batteria integrati
  • Alimentazione PoE
  • Interfacce USB per collegare periferiche (scanner)

SPEEDY LBX 2810

Perché scegliere SPEEDY LBX 2810?

Semplice e poco ingombrante

Diverse tecnologie di lettura disponibili

Miglior rapporto qualità/prezzo

L’importanza della semplicità

LBX 2810 “Speedy“ deve il suo soprannome a una caratteristica fondamentale: è un terminale semplice e pratico.

Munito di un display a cristalli liquidi testuale, con due righe di caratteri alfanumerici, rappresenta una soluzione concepita per fornire rapidamente informazioni essenziali, in contesti in cui un’ulteriore complessità sarebbe inutile o addirittura controproducente. Anche la tastiera è essenziale, caratterizzata da tasti fisici grandi e visibili, per poter essere azionati senza incertezze.

Sicurezza innanzi tutto

Il primo obiettivo della gestione delle presenze è quello di certificare in maniera obiettiva la presenza del personale in azienda.

La certezza del dato è dunque il vero fulcro di un sistema di rilevazione e Speedy nasce proprio in questa luce: vuole offrire la totale sicurezza dei dati raccolti. Il suo orologio al quarzo garantisce un’alta precisione oraria delle rilevazioni e il protocollo cifrato con cui comunica i dati ne preserva la riservatezza e l’integrità. L’apertura del dispositivo è sotto chiave e un sensore ne rileva qualsiasi apertura, scongiurando ogni tentativo di manomissione.

Semplice anche da installare

La sua scocca è disegnata per essere compatta e poco ingombrante, predisposta per l’installazione sia a muro sia a tavolo, permettendo quindi una maggiore flessibilità di collocamento, anche in ambienti con spazi limitati. Inoltre, l’installazione risulta notevolmente semplificata: grazie alla tecnologia PoE (Power over Ethernet), l’apparecchio viene alimentato direttamente dal cavo della rete dati, eliminando i costi e gli eventuali problemi di collegamento alla rete elettrica.

Tecnologie di lettura

Per registrare un passaggio, ogni utente deve essere munito di un documento di riconoscimento, vale a dire una tessera personale: Speedy può leggerne il transito sfruttando diverse tecnologie: la banda magnetica oppure la radiofrequenza contactless (RFID o MIFARE), che si attiva semplicemente avvicinando la tessera all’antenna. 

La tecnologia MIFARE, in particolare, permette una comunicazione di informazioni più complessa e bidirezionale: si può leggere i dati della tessera ma anche comunicarne e memorizzarne sulla tessera stessa.

I vantaggi della rete

Grazie alla connettività via rete Ethernet e alle funzionalità messe a disposizione dell’applicazione TermTalk, installata su un server centrale, è possibile trasferire i dati raccolti dal terminale in modo da raccogliere e gestire centralmente tutte le transazioni effettuate sui diversi punti di passaggio che possono coesistere in una struttura.

La sincronizzazione oraria via NTP (per una maggiore precisione, anche con l’uso in sequenza di terminali diversi), piuttosto che mediante TermTalk, unita ad un sistema di diagnostica e alla possibilità di configurazione da remoto (attraverso il software centralizzato) sono tutte prestazioni che rendono semplice ed efficace l’utilizzo di questo terminale.

Autonomia negli imprevisti

Quando avviene un qualsiasi guasto alle infrastrutture, Speedy non smette di funzionare: se viene a mancare l’alimentazione, la batteria interna permette di continuare a garantire le funzionalità per diverse ore (fino a 8), inviando contestualmente una segnalazione di allarme al software con cui è interfacciato.

Se invece è la rete dati a interrompere il proprio funzionamento, il terminale raccoglie i dati localmente, su un database interno, per poi trasmetterli non appena il problema viene risolto. In questo caso, inoltre, il dispositivo entra in “modalità degradata”, ovvero una modalità (preimpostata a seconda della specifica installazione) caratterizzata da minori funzionalità, ma appositamente calibrata per permetterne l’utilizzo anche in assenza dei servizi essenziali.

Tanti modi per connettersi

Speedy comunica attraverso il protocollo HTTP via SOAP. Oltre alla connettività Ethernet, il dispositivo può avvalersi di un modem punto-punto via GSM, oppure di un modem GPRS, che opera avvalendosi della rete Internet all’interno di un tunnel VPN, in modo da assicurare una comunicazione sicura e riservata. Il modem adottato può essere sostanzialmente di due diverse tipologie: analogico oppure digitale, da scegliere in base alle esigenze del cliente.

Parola d’ordine: integrazione

Oltre alla connettività di rete, il terminale permette di connettere altre periferiche, fino a due teste di lettura, o di compiere specifiche azioni (ad esempio, attivare un meccanismo) attraverso un’interfaccia di input/output digitale.

Questo consente a Speedy di integrare il sistema di controllo accessi a quello di gestione delle presenze, associando la registrazione degli ingressi e delle uscite con, ad esempio, l’apertura di una porta o di un varco.

Microprocessore

Risc 32bit (ARM)

180MHz
Memoria

RAM: 16MB

Flash: 8MB
Display LCD alfanumerico (2x16 caratteri), retroilluminato
Tecnologia di lettura

Lettore a strisciamento di badge magnetici ISO traccia 2 (LBM 2810)

Lettore a radiofrequenza 125kHz (LBR 2810 RF125)

Lettore a radiofrequenza Mifare 13,5MHz (LBR 2810 MIFARE)

Standard di comunicazione (verso host)

Ethernet 10/100

Modem analogico, GSM, GPRS (opzionale)

Standard di comunicazione (verso periferiche)

RS - 485

USB 1.1 (2 porte)
Periferiche collegabili

2 su RS 485

2 su USB
Connettività I/O

2 out (digital)

2 in (digital)
Archivio transazioni 15.000 (espandibile con periferica USB)
Installazione

A muro (LBX 2810 WALL)

A tavolo (LBX 2810 DESK)
Alimentazione PoE (12-48Vcc)
Alimentazione autonoma

Accumulatore NiMH 1800mAh

(fino a 10 ore in stand-by)
Assorbimento 7W (massimo)
Grado di protezione IP IP40
Dimensioni 177x208x106mm (LxAxP)

LBX 2810 viene fornito in sei versioni, a seconda della tecnologia di lettura e dell’installazione: 

LBM 2810 WALL

LBM 2810 WALL

Cod. 56998252*
Terminale a banda magnetica
Da muro
LBM 2810 DESK

LBM 2810 DESK

Cod. 56998392*
Terminale a banda magnetica
Da tavolo
LBR 2810 RF125 WALL

LBR 2810 RF125 WALL

Cod. 56998406*
Terminale a radiofrequenza 125kHz
Da muro
LBR 2810 RF125 DESK

LBR 2810 RF125 DESK

Cod. 56998414*
Terminale a radiofrequenza 125kHz
Da tavolo
LBR 2810 MIFARE WALL

LBR 2810 MIFARE WALL

Cod. 56998422*
Terminale a radiofrequenza MIFARE
Da muro
LBR 2810 MIFARE DESK

LBR 2810 MIFARE DESK

Cod. 56998430*
Terminale a radiofrequenza MIFARE
Da tavolo

Accessori

Articoli correlati